Libro V - "Del lavoro"

 -  -

L'inosservanza delle disposizioni contenute nei due articoli precedenti puo'dar luogo all'applicazione di sanzioni disciplinari, secondo la gravita'dell'infrazione.

Titolo II: Del lavoro nell'impresa

La durata giornaliera e settimanale della prestazione di lavoro non puo'superare i limiti stabiliti dalle leggi speciali.

Titolo II: Del lavoro nell'impresa

In caso di prolungamento dell'orario normale, il prestatore di lavoro deve essere compensato per le ore straordinarie con un aumento di retribuzione rispetto a quella dovuta per il lavoro ordinario.
Il lavoro notturno non compreso in regolari turni periodici deve essere parimenti retribuito con maggiorazione rispetto al lavoro diurno.
I limiti entro i quali sono consentiti il lavoro straordinario e quello notturno, la durata di essi e la misura della maggiorazione sono stabiliti dalla legge.

Titolo II: Del lavoro nell'impresa

Il prestatore di lavoro ha diritto ad un giorno di riposo ogni settimana, di regola in coincidenza con la domenica.
Ha anche diritto dopo un anno di ininterrotto servizio ad un periodo annuale di ferie retribuito, possibilmente continuativo, nel tempo che l'imprenditore stabilisce, tenuto conto delle esigenze dell'impresa e degli interessi del prestatore di lavoro. La durata di tale periodo e'stabilita dalla legge dagli usi o secondo equita'.
L'imprenditore deve preventivamente comunicare al prestatore di lavoro il periodo stabilito per il godimento delle ferie.
Non puo'essere computato nelle ferie il periodo di preavviso indicato nell'articolo 2118.

Titolo II: Del lavoro nell'impresa

In caso d'infortunio, di malattia, di gravidanza o di puerperio, se la legge non stabilisce forme equivalenti di previdenza o di assistenza, e'dovuta al prestatore di lavoro la retribuzione o un'indennita'nella misura e per il tempo determinati dalle leggi speciali,dagli usi o secondo equita'.
Nei casi indicati nel comma precedente, l'imprenditore ha diritto di recedere dal contratto a norma dell'articolo 2118, decorso il periodo stabilito dalla legge, dagli usi o secondo equita'.
Il periodo di assenza dal lavoro per una delle cause anzidette deve essere computato nell'anzianita'di servizio.

Titolo II: Del lavoro nell'impresa