Libro V - "Del lavoro"

 -  -

Non possono essere regolati da contratto collettivo i rapporti di lavoro, in quanto siano disciplinati con atti della pubblica autorita'in conformita'della legge.
Sono altresi'sottratti alla disciplina del contratto collettivo i rapporti di lavoro concernenti prestazioni di carattere personale e domestico. *
*Il secondo comma dichiarato illegittimo dalla Corte Cost sntenza n°68 del 1969 con riferimento alle prestazioni di carattere domestico.

Titolo I: Della disciplina delle attività professionali

Il contratto collettivo deve contenere l'indicazione della categoria di imprenditori e di prestatori di lavoro, ovvero delle imprese o dell'impresa, a cui si riferisce, e del territorio dove ha efficacia.
In mancanza di tali indicazioni il contratto collettivo e'obbligatorio per tutti gli imprenditori e i prestatori di lavoro rappresentati dalle associazioni stipulanti.

Titolo I: Della disciplina delle attività professionali

L'appartenenza alla categoria professionale, ai fini dell'applicazione del contratto collettivo, si determina secondo l'attivita'effettivamente esercitata dall'imprenditore.
Se l'imprenditore esercita distinte attivita'aventi carattere autonomo, si applicano ai rispettivi rapporti di lavoro le norme dei contratti collettivi corrispondenti alle singole attivita'.
Quando il datore di lavoro esercita non professionalmente un'attivita'organizzata, si applica il contratto collettivo che regola i rapporti di lavoro relativi alle imprese che esercitano la stessa attivita'.

Titolo I: Della disciplina delle attività professionali

Il contratto collettivo deve contenere le disposizioni occorrenti, secondo la natura del rapporto, per dare esecuzione alle norme di questo codice concernenti la disciplina del lavoro, i diritti e gli obblighi degli imprenditori e dei prestatori di lavoro.
Deve inoltre indicare le qualifiche e le rispettive mansioni dei prestatori di lavoro appartenenti alla categoria a cui si riferisce la disciplina collettiva.
Deve infine contenere la determinazione della sua durata.

Titolo I: Della disciplina delle attività professionali

omissis

Titolo I: Della disciplina delle attività professionali