Libro IV - "Delle obbligazioni"

 -  -

Quando in luogo dell'adempimento e'ceduto un credito, l'obbligazione si estingue con la riscossione del credito, se non risulta una diversa volonta'delle parti .
E'salvo quanto e'disposto dal secondo comma dell'articolo 1267.

Titolo I: Delle obbligazioni in generale

Il creditore che riceve il pagamento deve, a richiesta e a spese del debitore, rilasciare quietanza e farne annotazione sul titolo, se questo non e'restituito al debitore.
Il rilascio di una quietanza per il capitale fa presumere il pagamento degli interessi.

Titolo I: Delle obbligazioni in generale

Il creditore che ha ricevuto il pagamento deve consentire la liberazione dei beni dalle garanzie reali date per il credito e da ogni altro vincolo che comunque ne limiti la disponibilita'.

Titolo I: Delle obbligazioni in generale

Il creditore, ricevendo il pagamento da un terzo, puo'surrogarlo nei propri diritti. La surrogazione deve essere fatta in modo espresso e contemporaneamente al pagamento.

Titolo I: Delle obbligazioni in generale

Il debitore, che prende a mutuo una somma di danaro o altra cosa fungibile al fine di pagare il debito, puo'surrogare il mutuante nei diritti del creditore, anche senza il consenso di questo.
La surrogazione ha effetto quando concorrono le seguenti condizioni:
1) che il mutuo e la quietanza risultino da atto avente data certa;;
2) che nell'atto di mutuo sia indicata espressamente la specifica destinazione della somma mutuata;
3) che nella quietanza si menzioni la dichiarazione del debitore circa la provenienza della somma impiegata nel pagamento. Sulla richiesta del debitore, il creditore non puo'rifiutarsi di inserire nella quietanza tale dichiarazione.

Titolo I: Delle obbligazioni in generale